Privacy Policy

ALLA RICERCA DEL MANAGER IDEALE PER UN ATTORE

Ecco tutte le considerazioni da fare prima della scelta…

By VERONICA OLIVIER

Prima di scegliere il Manager giusto, un Attore dovrebbe porsi molte domande e comprendere con attenzione qual è la persona con cui vorrà o dovrà condividere scelte importanti per la propria carriera professionale

Oggi voglio raccontarvi la mia esperienza personale nella scelta del Manager ma, prima, vorrei fare una precisazione visto che spesso si tende a confondere ruoli e mansioni e dunque…

QUAL È LA DIFFERENZA TRA MANAGER E AGENTE?

Il Manager si occupa di creare la nostra immagine di artisti. Come un Coach motiva i suoi singoli “atleti” tutti i giorni, così un Manager è focalizzato nel supportare e motivare ogni giorno i suoi attori.

Il “Manager” è colui che porta il suo attore a mostrare iniziativa, entusiasmo, equilibrio, fiducia in se stesso, lavorare sulle proprie abilità e ne monitora i progressi.

Il Manager consiglia l’artista in merito a tutti gli aspetti della carriera professionale, facilitando e coordinando l’artista al raggiungimento dei propri obiettivi. Si può dire che il rapporto con il proprio Manager è per certi versi simile a un matrimonio.

Una funzione fondamentale del buon Manager è anche quella di alleggerire i problemi che un artista potrebbe incontrare lungo il cammino. Ovviamente ogni Manager segue una propria filosofia su come svolgere al meglio il proprio mestiere…

PERCHÉ SI DICE CHE UN MANAGER È "PERSONALE"?

Alla qualifica “Manager” si affianca, spesso, l’aggettivo “Personale” proprio perché supervisiona l’artista nella trasformazione di se stesso: dal come gestire aspetti tecnici fino a quelli relazionali di ogni genere.Un Manager sa come far diventare un artista di talento “grezzo”  un “prodotto vendibile” sul mercato attraverso un lavoro incentrato su allenamento costante e su consigli tecnici legati, ad esempio, alla scelta dei coach e delle foto. Ecco perché gli americani sono soliti dire:

Un buon Manager vale tanto ora quanto il suo peso e di più…”

E L'AGENTE?

L’Agente, invece, si occupa di “vendere” la nostra immagine di artisti. Il suo ruolo è quello di reperire appuntamenti per provini e opportunità grazie al network di conoscenze professionali.

Un buon Agente è colui che ti fa arrivare tutte le novità sui progetti in corso, la lista e la descrizione dei ruoli per ogni progetto…

Come potrete immaginare, questo ruolo è molto importante perché non conta la quantità ma la qualità dei progetti che un Agente propone al suo artista sulla base delle sue caratteristiche personali e professionali.  Nello specifico, l’Agente è un “venditore e organizzatore” che si occupa di:

  • Inviare il materiale fotografico necessario ai vari direttori di casting, 
  • chiamare e fissare appuntamenti, 
  • leggere i progetti,
  • inviare mail e, non ultimo: 
  • informarsi sul responso dei vari provini.
Il rapporto con un Agente che segue numerosi artisti contemporaneamente è molto meno frequente rispetto a quello con il manager, chiamarlo costantemente è solo un modo per far perdere tempo a noi e a lui. Il tempo che l’Agente ha per creare e sviluppare l’immagine dell’artista è veramente ridotto.

PRIMA L'AGENTE O PRIMA IL MANAGER?

Prima di trovare un Agente, è importante trovare il Manager e creare la propria immagine. Per trovare un buon Manager o Agente in realtà non c’è bisogno di essere già un artista affermato. La verità è  che un buon Manager o Agente sa posizionare il suo artista al posto giusto e al momento giusto facendo si che quest ultimo spicchi il volo. 

Ecco qui una serie di domande frequenti che ti starai ponendo se sei in cerca di un Manager o Agente…

 

COSA FARE SE UN AGENTE O UN MANAGER TI CHIEDE SOLDI?

Nessun professionista che svolga la professione di Agente o Manager chiederà soldi. Pertanto il mio consiglio in questo caso è semplice:

Se vi trovate davanti a qualcuno che vi fa una richiesta del genere scappate!

E SE TI CHIEDE DI FIRMARE?

Prima di firmare un contratto è importante essere sicuri che questa sia la scelta giusta per noi e la nostra carriera.  Per quanto mi riguarda, ho collaborato sia con professionisti che mi richiedevano di firmare un contratto, sia con professionisti per cui non era necessario. Tante collaborazioni avvengono ancora per accordi vocali e lo scioglimento della collaborazione avviene attraverso una semplice comunicazione scritta (di solito via email o raccomandata A/R).

Sicuramente è importante essere consapevoli che davanti a qualsiasi documento dove è richiesta la nostra firma, nessuno può metterci fretta.

Prendi tutto il tempo necessario per leggere e rileggere e far revisionare il documento da un avvocato e ricorda che le pressioni esterne non sono mai un buon segnale per la firma di un contratto. Quando parlo di pressioni esterne, mi riferisco a quelle situazioni in cui qualcuno ti mette fretta e ti fa credere che “stai perdendo l’opportunità della tua vita.”

Quindi, con tutta la calma del mondo, prenditi il tempo necessario.

COSA FARE PER CAPIRE SE SIAMO IN BUONE MANI? ( e' ripetitivo al paragrafo sopra)

Di solito un Agente segue numerosi artisti contemporaneamente e chiamarlo costantemente è solo un modo per far perdere tempo a noi e a lui. Il tempo che l’Agente ha per creare e sviluppare l’immagine dell’artista è veramente ridotto. È per questo che trovare un Agente, per chi è agli inizi, non è semplicissimo. 

COSA FARE PRIMA DI INCONTRARE UN AGENTE O UN MANAGER?

Ecco una serie di consigli per verificare che il nostro interlocutore sia il professionista affidabile che stiamo cercando:

  • Innanzi tutto fare una ricerca approfondita sul professionista in questione, capire se è qualificato e rispettato nel business. Chiedere ad altri attori, se si hanno conoscenze dirette con casting directors, produttori, registi. Loro sanno indirizzare e dare informazioni utili. 
  • Fare una ricerca su internet, social media e su Imdb.com. Imdb è il database per eccellenza dove si trovano tutti gli addetti al mestiere. Per ogni Manager, Agente, Attore, Regista, Produttore, Casting ecc, sono riportati su Imdb tutti i dati e i lavori svolti e quelli in stato di sviluppo, di lavorazione e di montaggio. Se è il nome del Manager non compare, è sicuramente un segnale da prendere in considerazione a meno che questa persona non sia alle prime armi.
  • Prendere nota di chi un Manager o Agente rappresenta, ci da una chiara idea, poi,  dell’esperienza e la capacità di vendita che quest’ultimo ha. Allo stesso tempo il vantaggio di “rappresentare e vendere” un artista noto è quello di ricevere già in automatico progetti e lavori che richiederanno quello specifico attore.

Un Manager o Agente con meno esperienza dovrà faticare un po di più  per posizionare il proprio artista. Per questo chi ha meno esperienza nella maggior parte dei casi è più motivato e grintoso. Di solito le grandi agenzie cercano di compensare l’esperienza dei giovani artisti creando dei “pacchetti” composti da attori maggiormente conosciuti.

  • Visitare il sito del Manager o Agente ci da informazioni aggiuntive. Ad esempio che valori e filosofia aziendale sostiene.

Non dimenticate che è fondamentale, infatti, trovarsi sulla stessa lunghezza d’onda in termini di etica lavorativa.

  • Fare una ricerca dei film premiati, revisionare il cast e risalire ai Manager o Agente è un’altra opzione da prendere in considerazione.
  • Fare una ricerca sulle riviste del settore. A volte si possono trovare anche utili interviste che possono darci ulteriori informazioni.

Questo perché è sempre importante sentirsi nella posizione di scegliere e non di essere scelti.

LAVORATE SU VOI STESSI E SENTITEVI LIBERI DI SCEGLIERE

È, infine, importante sviluppare un piano di marketing basato sull’immagine che vorremmo “vendere” di noi stessi come artisti. Questo piano servirà a confrontarsi sull’idea diversa che il Manager potrebbe avere.

A volte l’immagine che abbiamo di noi e i nostri obiettivi non corrispondono a quello che un Manager e/o un Agente vede. Avere chiaro cosa è bene per noi è importante per fare le scelte giuste.

Un ultimo consiglio: parlate liberamente anche del salario dell’Agente.

In media un Agente e un Manager richiedono una percentuale fissa su ogni contratto lavorativo. E questa percentuale non dovrebbe superare più del 20%.

Naturalmente se si ha sia un Manager che un Agente, bisogna pagare entrambi!

Si sentono molte storie su questo tema che raccontano come alcuni professionisti possano approfittare della propria posizione per chiedere maggiori compensi agli assistiti. È importante, però, evitare giudizi in merito e fare scelte sane e costruttive per la nostra vita.

A questo punto non mi resta che augurarvi buona fortuna e che la vostra ricerca possa portarvi al “Perfect Match!”
Veronica Olivier Attrice 2019

Lascia un commento

Chiudi il menu